Stampa
PDF

 Un tavolo tecnico per definire regole condivise e mettere in sicurezza per il futuro i servizi erogati dalla Fondazione 

Si sono incontrati nella sede della Regione a Udine i vertici della Fondazione, Presidente e Direttore, la Governatrice Serrachiani e l’Assessore Telesca per parlare delle criticità emerse nell’anno che hanno portato all’allungamento dei tempi nell’erogazione dei fondi che la Regione ha stanziato per le prestazioni che la Fondazione eroga alle persone con autismo residenti nel territorio regionale.

Molto positivo quanto è emerso nel corso dell’incontro che, dopo gli avvenuti chiarimenti, si è concentrato su propositi operativi e concreti.

“ Al primo posto nell’interesse della Regione c’è il garantire un servizio ai pazienti e alle loro famiglie, nel rispetto di regole che dovranno definire le prestazioni e le relative tariffe” afferma Serracchiani. Mentre l’assessore Telesca ribadisce che le prestazioni sanitarie e socio-sanitarie erogate dalla Fondazione sono importanti e utili andando ad integrare abbondantemente quanto offre il servizio pubblico.

Convenuto da entrambi le parti che vi era un buon proposito nella decisione presa dalla Regione a dicembre sulle modalità diverse di finanziamento rispetto agli anni precedenti, Serracchiani riconosce che non si è riusciti a portarla avanti fino in fondo per tutta una serie di motivi. Non ultimo, dice Telesca, il fatto che “non abbiamo in questa Regione, un riferimento normativo per quanto attiene i servizi di carattere socio-sanitario, sul quale comunque si sta lavorando”.

Per mettere chiarezza su tale problematica, certamente non semplice, nell’incontro, come ha ribadito Serrachiani, si è assunto l’impegno reciproco di tenere aperto un tavolo tecnico che possa definire le regole, mettendo in sicurezza il futuro dei servizi prestati dalla Fondazione in un clima di collaborazione da ambo le parti. Tenendo presente anche, che vi sono specificità e gravità diverse nelle varie disabilità e all’interno della stessa patologia che richiedono prestazioni molto diversificate sia sanitarie che sociosanitarie. Di ciò si dovrà tenere conto per definire nel dettaglio servizi e tariffe.

“I risultati dell’incontro mi sembrano positivi” ha commentato il Direttore della Fondazione Davide Del Duca “attendiamo adesso una convocazione del tavolo da parte dell’Assessore Telesca tenendo presente che molte questioni sono ancora sospese come ad esempio la lista di attesa di oltre trenta pazienti del Friuli Venezia Giulia che chiedono di essere presi in carico dalla Fondazione ed il fatto che, sul piano gestionale, il 2016 è ormai alle porte e la convenzione ora firmata avrà validità sino al 31/12/2015”.

 

Pordenone 26/08/ 2015                                                                   

Ufficio Relazioni Esterne

Fondazione Bambini e Autismo ONLUS 

 

Firmata la convenzione: Un primo passo verso la normalizzazione, riprendono i servizi

Stampa
PDF

Firmata, giovedì sera 20 agosto, la convenzione tra la Regione Friuli Venezia Giulia,  la Fondazione Bambini e Autismo ONLUS che norma i servizi regionali della Fondazione. 

L’accordo prevede per l’anno 2015 l’impegno di spesa di 870.000 euro a carico della Regione per prestazioni che la Fondazione ha già erogato e continuerà ad erogare fino al 31 Dicembre. Nello specifico la convenzione prevede i seguenti servizi per persone con ASD (Autism Spectrum Disorders) di varie età e residenti nel territorio regionale:

-         11.900 ore di attività ambulatoriale,

-         1.800 giornate di semiresidenzialità,

-         1.000 giornate di residenzialità.


 

 

“E’ senza dubbio un passo avanti, dichiara la Presidente della Fondazione Cinzia Raffin, che sblocca una situazione che si è protratta per mesi senza alcuna soluzione. Confidiamo ora che l’erogazione dei fondi avvenga in tempi brevi, nell’attesa abbiamo comunque ripreso i servizi previsti dalla convenzione già a partire da oggi (venerdì 21) per non creare ulteriori disagi ai nostri utenti e alle loro famiglie”.

La vicenda della Fondazione e dei servizi della stessa è quindi chiusa? Non proprio perché restano aperte alcune questioni: le convenzioni aggiuntive con le Aziende Sanitarie, le tariffe per i servizi socio sanitari come quelli di respiro nei fine settimana,lo smaltimento della lunga lista d’attesa regionale (oltre 30 persone), ma soprattutto la riproposizione della questione nel 2016.

Alla Direzione della Fondazione ricordano infatti che la convenzione firmata giovedì se pur sana il lavoro pregresso scadrà il 31/ 12 /2015.

 

Prdenone 21/08/2015
 
Ufficio Relazioni Esterne
Fondazione Bambini e Autismo Onlus
Stampa
PDF

Precisazioni della Fondazione Bambini e Autismo in merito al comunicato stampa emesso dall’Assessore alla Salute del FVG del 17/08/2015

Stamane leggiamo il comunicato stampa emanato dalla Regione ieri alle 16:43 pieno di inesattezze e affermazioni false.

Per chiarire come stanno le cose:

1.       Falso è che la Fondazione avrebbe motivato lo stop alle prestazioni per mancanza di finanziamenti da parte della regione. Nel comunicato stampa della Fondazione del 14 agosto si diceva testualmente: “La Regione Friuli Venezia Giulia, infatti, pur avendo stanziato i finanziamenti storici per le attività della Fondazione rivolte ai cittadini residenti, non è riuscita a tutt’oggi a stilare una bozza di convenzione, nonostante vi siano  rapporti regolamentati da anni tra Fondazione e Regione.”

Questo per chi è in grado di leggere obiettivamente significa che lo stop è legato alla mancanza di PAGAMENTI, non di finanziamenti che, se non vengono erogati, non possono magicamente trasformarsi in stipendi.

2.       Falso è che la bozza di convenzione sia stata inviata dalla Regione alla Fondazione il giorno 13. Per la precisione la bozza è arrivata la vigilia di Ferragosto alle ore 14.46 successivamente alla sofferta decisione di sospendere i servizi. Sono ora in corso le reciproche revisioni del testo come accade in ogni contratto non essendo un atto unilaterale.

3.       Fuori luogo è la considerazione che gli 870.000 euro stanziati (storicamente erano 900.000) siano una risorsa “rilevante”, considerazione probabilmente tesa a creare stupore e malumori nelle associazioni e nei cittadini.

Gli 870.000 euro infatti non sono un contributo generico concesso alla Fondazione, bensì il pagamento di prestazioni erogate secondo lo schema riportato e alle tariffe stabilite dalla Regione stessa con DGR 1669/2009

Leggi tutto...

Stampa
PDF

Anche quest'anno all'interno di Estate in Città, La Fondazione organizza dei corsi di mosaico a tema adatti a tutti. Un'occasione per sperimentarsi in una tecnica antica e conscere una realtà nuova. Vieni a trovarci all'Officina dell'Arte! 

www.officinadelarte.org

 

Omaggio a Guttuso : una breve visita all'interno della mostra di Udine

Stampa
PDF

 

La mostra di opere musive che omaggia l'artista Renato Guttuso, è stata inaugurata Venerdì 8 Maggio presso la Casa della Confraternita di Udine. Tutte le opere sono state realizzate dalle persone adulte con Autismo dell'Officina dell'arte, il centro lavorativo della Fondazione bambini e Autismo.

 

Durante la mostra sono intervenuti Il Dr. Del Duca Direttore Generale della Fondazione Bambini e Autismo , il vice sindaco di Udine Carlo Giacomello e Il prof Del Puppo. 

Per chi non l'ha ancora visitata , ricordiamo che l'ingresso alla mostra è gratuito.

L'esposizione rimarrà aperta fino 31Maggio 2015. 
Orari : Ven 10.30-12.30/16.00-19.00. Sabato e Domenica 10.30-12.30/17.00-19.00


Le opere della mostra sono in vendita. Il ricavato verrà utilizzato per i progetti della Fondazione Bambini e Autismo

 

Ricerca Personale

La Fondazione Bambini e Autismo

è alla ricerca della seguente figura professionale:

NEUROPSICHIATRA

Per ulteriori informazioni:

0434 29187

presidenza@bambinieautismo.org

cosa dicono di noi

Tutti gli eventi della giornata mondiale dell'autismo raccontati da


    

 

Del Duca a PnBox

Sostegno e partnership

Ci sono tanti modi per sostenere e partecipare ai nostri progetti!
Leggi qui...